24 ore nella vita di tre ragazzi della banlieue di Parigi, un pugile nero, un ebreo e un magrebino.

24 ore di rabbia, angoscia, paura.

24 ore di vuoto.


Questa è la storia di un uomo che cade da un palazzo di cinquanta piani. Mano a mano che cadendo passa da un piano all’altro, il tizio per farsi coraggio si ripete: “Fino a qui, tutto bene. Fino a qui, tutto bene. Fino a qui, tutto bene”. Il problema non è la caduta, ma l’atterraggio.

Annunci